Seleziona una pagina

L’iperpigmentazione della pelle è una caratteristica molto diffusa, soprattutto nelle persone in età matura. Si tratta di macchie della pelle che da molti sono considerate veri e propri inestetismi. Ecco come si formano e come schiarirle.

Cos’è l’iperpigmentazione e quali ne sono le cause

L’iperpigmentazione della pelle ha diverse cause, per capire bene come si formano è necessario partire dalla base. Il corpo umano è una macchina quasi perfetta e quindi reagisce a ciò che ritiene aggressivo o nocivo. Quando ci si espone al sole l’ipofisi, una ghiandola, aumenta la produzione di melanina, un ormone il cui obiettivo è proteggere la pelle da agenti stressanti e che possono danneggiarla. La melanina è responsabile del colore scuro delle pelle, nel caso in cui la produzione non sia uniforme in tutte le zone del corpo si formano le macchie scure. Le prime macchie dovute ad una concentrazione diversa di melanina sono le lentiggini che si formano in persone geneticamente esposte, cioè persone con carnagione molto chiara, spesso con capelli rossi, queste si formano in tenera età e sono piccole e irregolari. Non così invece per la pelle matura sulla quale tendono a formarsi macchie dalle forme piuttosto irregolari e scure che conferiscono al volto un alone di vecchiaia.

Si può prevenire la formazione di macchie? Certo, se sai come fare. Vi suggeriamo delle accortezze per amare di più la vostra pelle

L’iperpigmentazione della pelle si può prevenire cercando di evitare i fattori che predispongono alla formazione delle macchie.

Abbandona le cattive abitudini: alimentazione sregolata, fumo e alcool sono i nemici della vostra pelle

In primo luogo è bene ricordare che fumo, cattive abitudini alimentari e abuso di alcool favoriscono la formazione delle macchie perché tendono a rendere la pelle disidratata, più sottile quindi meno adatta a difendersi e di conseguenza ad attivare maggiormente il sistema di protezione con la produzione di melanina in eccesso.

Esposizione al sole: prenditi cura della tua pelle, proteggendola con le creme solari giuste

Un altro fattore che porta alla formazione delle macchie è l’incauta esposizione al sole. Occorre preferire l’esposizione nelle ore più fresche della giornata, quindi al mattino presto e nel tardo pomeriggio. Per evitare l’iperpigmentazione è anche necessario utilizzare una protezione solare adeguata al proprio fototipo. Sono molte le persone che per velocizzare la conquista dell’abbronzatura evitano di usare la protezione solare, questa è un’abitudine malsana perché oltre ad aumentare l’insorgere di antiestetiche macchie solari, espone anche al rischio di un melanoma.

Spalmate la giusta quantità di crema solare, più volte durante la vostra giornata al mare e ricordatevi di idratare adeguatamente la pelle

Deve anche essere ribadito che oltre a dover usare il filtro solare adatto al proprio fototipo, è necessario anche mettere la giusta dose di solare, infatti spalmarne una quantità troppo bassa porta ad abbassare notevolmente il fattore protettivo indicato sulla confezione. La protezione deve essere applicata in modo costante e più volte durante le lunghe esposizioni al sole. Dopo l’esposizione al sole è necessario anche idratare la pelle in modo che riesca ad avere nuovamente il giusto equilibrio idrolipidico.

Curate la vostra alimentazione e la pelle vi ringrazierà

Per evitare la formazione di macchie scure sulla pelle è importante anche curare l’alimentazione assumendo in modo regolare frutta e verdura che contengono beta-carotene, una sostanza che aiuta a rendere omogeneo il colore della pelle e la produzione di melanina. Contengono beta-carotene i prodotti di colore arancione come carote, melone, albicocche, pesche, pomodori.

Dalla cosmesi un prodotto che schiarisce le macchie scure derivanti dalla vostra età anagrafica: la bava di lumaca, fida alleata della vostra pelle

Nonostante tutti gli accorgimenti visti in precedenza, è possibile comunque che qualche macchia scura dovuta ad iperpigmentazione si formi, soprattutto con il passare degli anni e quindi con il naturale invecchiamento. In questo caso ci sono comunque dei cosmetici che possono aiutare. Negli ultimi anni è stato scoperto il potere schiarente delle creme e dei sieri a base di bava di lumaca. In Italia questo ingrediente si usa soprattutto negli ultimi anni, ma in Oriente l’abitudine di sottoporsi a trattamenti di bellezza usando la bava di lumaca risale a molte tempo fa. Il trattamento più conosciuto consiste nel poggiare sul volto tre lumache e lasciarle passeggiare queste rilasciano il siero che nutre la pelle. Le case cosmetiche hanno però rivoluzionato questo metodo attraverso processi di estrazione in grado di rispettare l’animale. La bava, una volta prelevata, viene inoltre filtrata e sottoposta a processi di purificazione.

I principi attivi della bava di lumaca contenuta nei cosmetici

L’uso della bava di lumaca in cosmesi è dovuta alla particolare concentrazione di principi attivi contenuti in questo ingrediente. In particolare vi sono sostanze in grado di nutrire in profondità la pelle e di riparare i danni come cicatrici e macchie solari. Contiene Vitamine A ed E, importanti antiossidanti che stimolano la rigenerazione cellulare e quindi aiutano la pelle a restare giovane. Vi è un’elevata percentuale di collagene e acido ialuronico che mantengono la pelle idratata in profondità e la rimpolpano quindi contrastano anche l’assottigliamento della pelle che la rende più indifesa durante l’esposizione al sole.

La bava di lumaca contiene l’allontoina: ottimo cicatrizzante naturale

La bava di lumaca ha anche una buona percentuale di allontoina che ha effetto lenitivo (anche in caso di scottature) e favorisce la cicatrizzazione. Infine, contiene acido glicolico che è responsabile dello schiarimento delle macchie della pelle formatesi per una cattiva esposizione solare o comunque a causa dell’età che avanza.

Le formulazioni delle creme e dei sieri a base di bava di lumaca

In commercio è possibile trovare formulazioni specifiche a base di bava di lumaca il cui obiettivo è aiutare a schiarire le macchie dovute a iperpigmentazione. Le soluzioni in commercio sono in crema e in siero, le creme a loro volta sono studiate con formulazioni specifiche per il volto e per il corpo.

Crema viso e corpo contro l’iperpigmentazione

La differenza tra una crema per l’iperpigmentazione per il corpo e per il viso è data dal fatto che la pelle di queste due parti è diversa. Quella del volto è più sottile e tende più facilmente ad essere colpita da macchie scure anche perché più esposta al sole. Ecco perché anche in inverno si dovrebbe usare una crema viso con un leggero filtro solare. Le creme per il viso di solito sono più concentrate e allo stesso tempo dalla texture più leggera in modo che possano reggere bene il make up.

Siero alla bava di lumaca per contrastare l’iperpigmentazione: un toccasana

Per un’azione d’urto contro le macchie scure è consigliato anche l’uso di un siero. Questo è in forma liquida e manca della componente grassa o meglio cremosa, delle creme. Questa caratteristica rende l’assorbimento più facile, ma consente anche di avere principi attivi in percentuale maggiore e quindi un’azione più potente. L’uso del siero è consigliato alla sera quando la pelle, a causa della riattivazione del micro-circolo, è più ricettiva. L’uso di prodotti per il corpo e per il viso a base di bava di lumaca contribuisce anche a ridurre segni dell’acne, smagliature e rughe.

Share This