Seleziona una pagina

Le vacanze al mare sono il sogno di tutti e nella maggior parte dei casi vengono programmate per mesi, ma per evitare che diventino un incubo, meglio essere preparati mettendo in valigia i cosmetici giusti.

L’importanza della scelta del giusto solare per la vostra pelle

Il sole può essere un alleato della salute in quanto aiuta a sintetizzare la vitamina D che fissa il calcio alle ossa, inoltre conferisce alla pelle un colore ambrato particolarmente gradevole. Allo stesso tempo può provocare danni alla pelle e alla salute con i suoi raggi ultravioletti. Ecco perché è necessario usare cosmetici adeguati per avere una pelle giovane, idratata e sana anche al rientro dalle vacanze.

Pelle e sole: prestate attenzione al fototipo della vostra pelle.

Prima di esporsi al sole è essenziale usare una protezione adeguata al proprio fototipo. Sono stati classificati 6 fototipi che hanno bisogno di una protezione di diversa entità.

Fototipo 1 e 2: la pelle chiara e sensibile si protegge con fattori di protezione alti

In particolare i fototipi 1 e 2 cioè caratterizzati da pelle molto chiara, capelli rossi, biondi o castani devono utilizzare un fattore di protezione molto alto come il 50+ o un fattore alto come quello 30-50.

Quale fattore di protezione scegliere per la vostra pelle?Fattore 30 o fattore 50?

Il fattore 50 viene definito a schermo totale e quindi blocca tutti i raggi UVA e UVB, mentre una protezione 30 ferma il 97% del raggi UVB. Il fattore molto alto deve essere usato anche per neonati e bambini.

Fototipo 3 o 4: la pelle moderatamente sensibile si protegge con creme solari con fattore di protezione medio

Per chi invece ha il fototipo 3 o 4, cioè persone con capelli castani e pelle moderatamente sensibile, la soluzione è il fattore di protezione medio cioè 15, 20, 25.

Fototipo dal 5 al fototipo 6: la pelle olivastra richiede sempre un livello di protezione anche se basso

Infine, i fototipi 5 e 6, con capelli scuri o neri e pelle olivastra possono usare una schermatura bassa come la protezione 6 e 10. Come si può notare anche chi ha la pelle scura deve utilizzare una protezione solare al fine di evitare danni.

Pelle e sole: errori comuni da non commettere nel proteggere la vostra pelle. Vi spieghiamo come evitarli, per proteggersi al meglio dai raggi UV

Gli errori comuni da evitare per esporsi correttamente al sole e avere un’abbronzatura eccezionale sono questi:

  • Mettere una quantità minima di crema solare
  • Applicare la crema solare una sola volta prima di esporsi al sole
  • Esporre la pelle al sole nelle ore più calde.

Mettere una quantità minima di crema solare: cercate di applicare la crema nelle giuste quantità in modo uniforme

Un errore molto comune nelle persone è utilizzare una quantità minima di solare, questo è sconsigliato perché abbassa notevolmente il livello di schermatura dai raggi UV.
Utilizzate la giusta quantità di crema e spalmatela sulla vostra pelle in modo uniforme.

Applicare la crema solare sulla pelle una sola volta: anche se resistenti all’acqua, le creme devono essere applicate sulla pelle più volte, durante l’esposizione al sole

Un altro accorgimento è spalmare più volte la protezione solare durante l’esposizione, questo anche se sui prodotti è scritto che la stessa resiste all’acqua.

Esporsi al sole nelle ore più calde: fate le lucertole nelle prime ore del mattino o al tramonto

Per evitare che il sole possa creare problemi alla pelle è bene anche evitare di esporsi nelle ore più calde e preferire invece le prime ore del mattino o quelle serali. In questo modo si ottiene un colorito ambrato, ma sano. Usare la protezione solare è importante perché i raggi UVA e UVB provocano delle bruciature che vanno a danneggiare il DNA e ciò può provocare un melanoma. In commercio sono disponibili protezioni solari specifiche anche per le diverse parti del corpo e in particolare per il viso e per il corpo. Tra queste cambia la texture che per il viso è più leggera, in modo che non vi siano effetti antiestetici e la sensazione di pelle unta.

La bava di lumaca è un valido alleato della vostra pelle perché idrata la pelle dopo il sole

Utilizzare la protezione solare è importante anche per evitare la formazione di macchie solari dovuta ad un’iperpigmentazione causata dalla diversa concentrazione di melanina nelle diverse aree. Questo avviene perché l’ipofisi quando la pelle è esposta al sole attiva il sistema di formazione della melanina, responsabile del colore scuro, ma può esservi poi un disequilibrio nella distribuzione. Una volta rientrati dalla spiaggia è molto importante curare l’idratazione della pelle. Il sole infatti tende ad invecchiare la pelle, sebbene la protezione comunque aiuti ad evitare questo effetto, è bene al ritorno della spiaggia utilizzare dei prodotti ad elevato potere nutriente in modo da idratare in profondità la pelle.
Tra i prodotti ad elevato potere nutritivo per la pelle del viso e del corpo, vi sono quelli a base di bava di lumaca. Si tratta del siero che viene prodotto da questi animali per scivolare meglio sulle superfici e quindi avere celerità di movimento, allo stesso tempo la bava secreta dall’addome aiuta a diminuire l’attrito e quindi eventuali ferite che possono crearsi strusciando su superfici ruvide. Una volta prelevata la bava di lumaca viene trattata in modo da renderla pura, quindi viene microfiltrata e purificata. Solo ora è pronta per i cosmetici.

Perché si usa la bava di lumaca?

La bava di lumaca è ricca di principi attivi di origine naturale. In particolare contiene un’elevata quantità di acido glicolico che schiarisce le macchie solari e ne previene la comparsa. Questo stimola anche la produzione di collagene e acido ialuronico, principi attivi essenziali per avere una corretta idratazione e soprattutto per mantenerla a lungo. Inoltre la bava di lumaca contiene anche queste due sostanze, ciò vuol dire che le creme e i sieri a base di bava di lumaca hanno un elevato potere idratante e sono in grado di ricostituire il film idro-lipidico della pelle che potrebbe essere danneggiato dall’esposizione solare. In questo modo è possibile prevenire i segni del tempo e mantenere la pelle elastica. La bava di lumaca contiene anche vitamine A, C ed E che sono potenti antiossidanti e quindi stimolano la rigenerazione cellulare. Un altro importante elemento è l’allontoina che lenisce, ha potere emolliente e aiuta la cicatrizzazione. L’allontoina è importante perché contribuisce a lenire il fastidio della pelle secca e che al ritorno dalla spiaggia può essere arrossata. Quando ci si espone al sole è possibile anche che vi sia una reazione che porta poi al ritorno dalle vacanze alla comparsa di brufoli, in questo caso la bava di lumaca è utile perché contiene anche i peptidi che aiutano a purificare la pelle e a regolarizzare le produzione di sebo evitando così la comparsa di foruncoli. Nella bava di lumaca sono presenti i mucopolisaccaridi che contribuiscono a difendere la pelle dall’attacco degli agenti esterni e quindi anche del sole. Con l’uso costante di cosmetici a base di bava di lumaca è possibile mantenere la pelle giovane a lungo.

Quali formulazioni scegliere

I prodotti a base di bava di lumaca sono in diverse formulazioni, ad esempio vi è la crema corpo e la crema viso, specifiche per queste due aree e da mettere al mattino. Per un’azione d’urto che riequilibri immediatamente la giusta idratazione della pelle esposta al sole c’è il siero. Questo è a rapido assorbimento, ne bastano poche gocce per avere effetti strabilianti. Il siero oltre ad essere consigliato per l’idratazione serale del viso, è suggerito anche per il contorno occhi, in questa zona infatti è importante evitare prodotti a base oleosa/cremosa e di conseguenza l’uso del siero appare la scelta migliore.

Share This