• Home
  • Acne della pelle: cosa è, come si manifesta (i diversi tipi di acne) e come si cura
Acne cosa è, come si manifesta, i diversi tipi di acne, come si cura: dermacosmesi

Acne della pelle: cosa è, come si manifesta (i diversi tipi di acne) e come si cura

Quasi tutti gli adolescenti, e spesso il problema si protrae anche in età adulta, deve fare i conti con l’acne. Ora sconfiggere questo problema è più facile. Di seguito qualche consiglio, perché Dermacosmesi ha a cuore la bellezza e la cura della vostra pelle.

Cos’è l’acne

L’acne è una vera e propria patologia causata dall’infiammazione del follicolo pilifero e della ghiandola sebacea.
L’infiammazione determina la formazione di batteri che proliferano all’interno del follicolo andando così a creare il brufolo. Questi spesso diventano di grandezza tale da essere definiti cisti.

Le zone più colpite dall’acne

Le zone del corpo più colpite sono il viso, le spalle, il torace, proprio il fatto di essere zone particolarmente visibili va a determinare un certo disagio, anche perché nei casi più gravi possono comunque restare delle cicatrici che sul volto diventano particolarmente antiestetiche.

Le zone più colpite sono ricche di ghiandole sebacee: gli adolescenti sono colpiti di più dall’acne

Le zone colpite sono particolarmente ricche di ghiandole sebacee proprio per questo sono esposte al rischio. Gli adolescenti manifestano frequentemente questo problema perché sono soggetti a sbalzi ormonali che portano ad un’aumentata produzione di sebo, questo non riesce a fuoriuscire e di conseguenza resta bloccato all’interno dei pori. Qui si creano dei veri e propri focolai anche perché nel frattempo si accumulano anche cellule morte che vanno ad ostruire i pori. A peggiorare la situazione interviene anche lo stress che spesso è causato proprio dalla presenza dei fastidiosi brufoli. Normalmente con il passare del tempo, cioè passata la fase in cui vi sono notevoli sbalzi ormonali, l’acne tende a scomparire da sola, ma è ovvio che quando la stessa assume una certa importanza, il rischio che vi siano delle cicatrici è elevato, inoltre si può provare imbarazzo oltre al fastidio legato al prurito. Nei casi più gravi è possibile che siano prescritti anche dei farmaci da assumere per via orale o topica.

Tipologie di acne

Diversi sono i tipi di acne in base alla gravità con cui si manifesta:

  • acne comedonica o acne di grado lieve
  • acne Papulopustolare o acne di grado moderato
  • acne conglobata o acne di grado severo

Acne comedonia o acne di grado lieve

In base alla gravità del problema l’acne viene classificata come comedonica con piccoli brufoli e punti neri presenti soprattutto sul sul volto. Si parla in questo caso anche di acne lieve.

Acne papulopustolare o acne di grado moderato

L’acne papulopustolare viene considerata di grado moderato e comprende la formazione di papule e pustole con pelle che appare infiammata e rossa. Anche in questo caso è coinvolto principalmente il viso. Questa forma può colpire anche in età adulta, soprattutto in caso di squilibri ormonali. Può lasciare cicatrici e macchie scure.

Acne Conglobata o acne di grado severo

L’acne conglobata viene definita di grado severo, si manifesta con pustole e le papule numerose al punto di raggrupparsi formando delle cisti.
Le papule sono presenti anche su collo e schiena, in questo caso il rischio di cicatrici e iperpigmentazione è molto elevato. Infine, c’è l’acne fulminans che fortunatamente è molto rara, la particolarità di tale forma è data dal fatto che spesso si scatena in età adulta, tra i 18 e i 22 anni, ed è dovuta ad una reazione avverso l’isotretinoina che viene utilizzata nel trattamento farmacologico dell’acne severa.

Come combattere l’acne

Nella maggior parte dei casi l’acne viene combattuta attraverso alcune semplici mosse che possono aiutare a migliorare la condizione. Di estrema importanza è la pulizia del viso che deve essere eseguita con prodotti che siano efficaci in modo che i pori non si ostruiscano, il sebo in eccesso esca fuori e di conseguenza non ci sia proliferazione batterica all’interno del follicolo. Solitamente si usano detergenti specifici con retonoidi derivanti dalla vitamina A che impediscono l’ostruzione dei pori. Per chi usa il make up, magari proprio per nascondere i brufoli, è molto importante struccarsi ogni sera, in modo che i pori non si ostruiscano e che la pelle respiri, in questo modo viene riattivata anche la rigenerazione cellulare. I cosmetici devono essere il più possibile oil-free in modo che non vadano ad ostruire i pori.
Per prevenire la comparsa dei brufoli è bene anche bere molto in modo da mantenere l’organismo sano ed eliminare scorie e tossine che peggiorano la situazione.

La bava di lumaca per combattere l’acne: i principi attivi contenuti nella bava di lumaca favoriscono la rigenerazione cellulare e la cicatrizzazione della pelle

Per un’azione d’urto contro l’acne è possibile utilizzare anche la bava di lumaca. Questa è ricca di vitamina A che, come visto prima, stimola la produzione di retinoidi che impediscono l’ostruzione dei pori, ma non solo.
Tra i principi attivi presenti nella bava di lumaca vi è anche l’acido glicolico, questo ha un’essenziale funzione, infatti, è un sebo-regolatore, vuol dire che riduce la produzione di sebo in eccesso senza però limitarlo al punto di far perdere la sua essenziale funzione, cioè lubrificare la pelle e i capelli.
L’acido glicolico è importante anche perché aiuta a schiarire le macchie della pelle.
I peptidi presenti nei prodotti arricchiti con bava di lumaca hanno un effetto esfoliante, di conseguenza la pelle viene delicatamente privata di cellule morte che vanno ad ostruire i pori. Una pelle pulita vuol dire anche una maggiore penetrazione dei principi attivi contenuti nei cosmetici e quindi un effetto potenziato. La presenza di allontoina ha effetto lenitivo, ma soprattutto favorisce la cicatrizzazione, questo vuol dire che usando un prodotto cosmetico a base di bava di lumaca è possibile non solo trattare in modo efficace l’acne, ma evitare anche la formazione di cicatrici che andrebbero a deturpare a vita il viso e le altre zone colpite.
La presenza di antiossidanti, come la vitamina E ed A, aiuta la pelle a rigenerarsi e di conseguenza velocizza il processo di guarigione dall’acne. Quando si usano prodotti sebo-regolarizzanti vi è sempre il rischio che siano eccessivamente aggressivi e quindi che la pelle tenda a seccarsi e ad avere irritazioni. Questo non succede con i prodotti a base di bava di lumaca perché sono ricchi di acido ialuronico e collagene. Gli stessi idratano la pelle e aiutano a mantenere l’idratazione a lungo, infatti, il collagene ha proprio il ruolo di trattenere l’umidità.

Il siero alla bava di lumaca per un effetto potenziato da utilizzare al posto della crema a base di bava di lumaca e acido ialuronico

In commercio i prodotti a base di bava di lumaca sono disponibili in diversi formati tra cui crema e siero. Il siero viene solitamente preferito perché privo della base in crema che potrebbe risultare oleosa e quindi ostruire i pori. Il siero ha il vantaggio di essere un prodotto molto concentrato e di conseguenza di avere efficacia elevata, ne bastano poche gocce per dare beneficio alla pelle.

Lascia un commento

Dermacosmesi è un brand della D.ssa Claudia Cipollone, Farmacista preparatrice e Cosmetologa. Via O. De Donno, 12 - Lecce (LE)- Cosmetici prodotti e creati in Italia